AccompagniAmo con amore

AccompagniAmo con amore

Gennaio 19, 2021 2 Di IrynaBlog

Carissimi genitori, oggi voglio parlare con voi di una cosa molto seria, che abbiamo passato tutti.

Comincio ricordandovi che quando appena nostro figlio nasce noi genitori sogniamo che nostro figlio comincia a parlare piu’ presto, camminare al piu’ presto e che gioca con noi al piu’ presto.

Facendo cosi’ succede che quando nostro figlio crescendo un po’ comincia a fare tutte queste cose, noi genitori a volte gli diciamo: non fare rumore e non disturbare, gioca in silenzio, sei un bambino cattivo, siediti sul divano e non ti muovere, stai zitto!

Ma come ? Hai dimenticato ? Desideravi che tuo figlio parli con voi ? Che tuo bambino camminava, correva e giocava. Questi ordini al nostro bambino gli diamo quotidianamente, senza accorgersi di fare uno sbaglio.

Intanto vi voglio far capire che questi sono dei comandi ma i nostri figli non sono i nostri dipendenti.

Se io entro nella stanza e vedo mio figlio che fa qualcosa che non mi piace, cerchero’ di coinvolgere la sua attenzione senza urlare per qualcosa che ,mi piacerebbe che lui facesse. Noi non dobbiamo comportarci con il nostro bambino (che ancora deve scoprire dove è giusto e sbagliato) in modo autorevole.

Da grande, caro genitore, vostro figlio avra’ dei complessi dentro se stesso, sara’ pieno di paure, non credera’ in se stesso e probabilmente evitera’ delle situazioni che in qualche modo lo faranno esporsi al pubblico…

Vorrei capire da voi, un bambino come fa ad urlare piano, come fa a ridere piano ? …..bisogna essere professionisti per saperlo fare.

Vostro bambino cerchera’ sempre situazioni che lo faranno sentirsi sbagliato perchè è cosi’ che ha imparato a vivere.

Vi parlo con il cuore aperto e vi chiedo se mi potete far vedere almeno un bambino al mondo al quale non piace ballare, cantare, ridere a tutto fiato, e perchè dobbiamo impedirlo di fare? Credete, l’educazione non è un figlio che seduto in silenzio tutto il giorno davanti ad un quaderno scrive piano dentro per non irritare la mamma.

Miei cari amici insomma è chiaro quello che vi sto spiegando e di non raddrizzare i nostri figli, ma dobbiamo accompagnarli, amarli e cosi’ saranno felici.

In fondo noi vogliamo questo, la felicita’ dei nostri bambini.

Spero che a qualcuno sia stato utile il mio pensiero che viene dal cuore per voi e i vostri figli !!!