Il giusto ascolto

Il giusto ascolto

Gennaio 23, 2021 0 Di IrynaBlog

Oggi i miei pensieri sono dedicati all’ascolto…Un giusto ascolto per il bambino piccolo (1 anno, 2 anni, 3 anni, 4 anni).

Come trovare il modo di essere ascoltati dai nostri figli?

Il modo che uso io è davvero efficace e vi faccio subito un esempio reale…

Una sera prima di cena, osservavo un discorso tra mio marito e nostro figlio (che all’epoca aveva tre anni) mio marito ha chiesto al nostro bambino la seguente frase: ” Tesoro vai a mettere il pigiama, lavati le mani e siediti a tavola per cenare “. Ricordo come oggi, il bambino avendo sentito tutte queste richieste insieme dette dal papà, ha continuato a fare quello che faceva, senza prestare la massima attenzione a cosa gli ha chiesto papà. Dopo qualche minuto ho sentito mio marito che ripeteva la solita frase con le stesse tre richieste, e anche li il bambino non si è mosso per darsi da fare.

Perchè succede questo ? A volte sbagliamo a paragonare un bambino piccolo con un adulto…ad un piccolo bambino sono state dette tre cose insieme e lui è andato semplicemente in confusione; una volta sentito quello che il papà diceva : ” Tesoro, metti il pigiama “, allora il bambino in quel momento ha immaginato di mettere il pigiama, ma subito dopo è arrivata un altra richiesta di lavare le mani e anche di andare in cucina a mangiare. Per il bambino tutte queste cose insieme sono una confusione ma ci sono probabilità che il bambino alla fine non fa niente delle cose richieste.

Con i bambini piccoli bisogna parlare al loro livello, per fare in modo che vostro figlio faccia quello che li chiedete dovete fare una domanda per volta, prima dovete chiedergli di andare a mettersi il pigiama, una volta che il vostro figlio si è messo il pigiama , chiedetegli di andare a lavare le sue mani, e quando le mani sono pulite fate l’ultima richiesta, quella di sedersi al tavolo per mangiare.

Avete capito ? Per capire al meglio il bambino, io a volte mi metto al loro posto.

Se il mio bambino mi chiede qualcosa, ad esempio: ” …mamma mi puoi accendere il cartone animato “, lo fa usando una sola richiesta; ma vi immaginate vostro bambino che vi dice: ” mamma accendi il cartone animato, portarmi popcorn e massaggiami i piedi “, sarebbe una cosa strana che tuo figlio di tre anni ti potesse chiedere tutte queste cose, lo stesso discorso vale per il genitore che chiede al bambino.

Dovete osservare come parla vostro figlio, se lui arriva ad una età dove vi comincia a fare piu’ domande insieme, vuol dire che anche voi lo potete fare con lui.

Cosi’ imparerete ad avere una comunicazione sana, con vostro figlio che vi ascoltera” piu’ spesso esaudendo la vostra richiesta.

Spero di esservi stata utile con questo mio modo che uso con i miei figli.

Morale: La conoscenza parla, ma la saggezza ascolta sempre…